X

Allergia o problemi di udito - sapete riconoscere la differenza?



In questa stagione sono molte le persone a dover fare i conti con le allergie e i loro effetti come naso che cola, mal di gola e prurito agli occhi. Ma sapevate che le allergie stagionali possono anche avere effetti anche sulle vostre orecchie? Prurito, gonfiore, pressione, vertigini, acufene e persino perdita dell’udito sono possibili sintomi. Ma come capire se la perdita uditiva è dovuta a allergie o a una condizione più grave?

In che modo le allergie hanno effetto sull’udito?

La perdita uditiva causata dall’allergia è spesso di tipo conduttivo: la trasmissione del suono viene quindi bloccata a livello dell’orecchio esterno o medio. Ma in che modo? Se l’allergia provoca una reazione cutanea, come prurito o gonfiore dell’orecchio esterno e del condotto uditivo, può impedire di sentire correttamente.

Le allergie possono anche portare a un accumulo di fluido nell’orecchio medio, bloccando la tromba di Eustachio (come quando si è congestionati per via del raffreddore). Di conseguenza, potreste avvertire le orecchie tappate e sentire meno chiaramente. L’accumulo di liquidi può essere un terreno fertile per i batteri, di conseguenza si rischia di sviluppare infezioni e danneggiare ulteriormente l’udito.

Sebbene l’orecchio interno sia la parte meno colpita dalle allergie, se infetto, può causare sintomi come vertigini, pressione e acufene. Inoltre, nonostante la causa esatta rimanga sconosciuta, si ritiene che le allergie siano uno dei potenziali fattori scatenanti della sindrome di Meniere. Alle persone affette da sindrome di Meniere, una reazione allergica nell’orecchio interno può aumentare la probabilità di sviluppare l’ipoacusia.

Perdita di udito improvvisa

La perdita uditiva dovuta alle allergia è solitamente temporanea e non deve essere confusa con la sordità neurosensoriale improvvisa (SSHL) o improvvisa sordità. La SSHL può verificarsi senza preavviso, nel corso di diversi giorni o improvvisamente. È causata da fattori tra cui trauma cranico, malattia autoimmune, infezioni virali o batteriche, scarsa circolazione sanguigna, uso di farmaci ototossici o malattie neurologiche. La sordità neurosensoriale improvvisa è spesso accompagnata da orecchie ovattate, pressione nell’orecchio, acufene o persino vertigini. Proprio come la perdita uditiva causata dalle allergie, anche la SSHL può essere temporanea se trattata correttamente e in maniera tempestiva. È fondamentale ricevere una diagnosi: se riconoscete questi sintomi rivolgetevi subito a un professionista che sarà in grado di valutare il problema e determinare se la perdita è causata da un’ostruzione (gonfiore o fluido, causati da allergia) o se dipende da qualcosa di più serio.

Non ignorate la perdita di udito

Dal momento che la perdita uditiva può influenzare in modo significativo la vostra salute, non dovrebbe mai essere presa alla leggera. Anche se pensate che sia solo un sintomo delle allergie stagionali, ritardare il trattamento può peggiorare i suoi effetti. Un professionista dell’udito sarà in grado di capire la differenza tra ipoacusia causata da allergia e perdita di udito improvvisa, consigliandovi il miglior trattamento per tutelare il vostro udito.