X
2019-03-14

Tag

Manuel Cortez, esperto di stile: “Styletto Connect: lo stile che stavo cercando”

Dopo un incidente sportivo apparentemente innocuo che gli ha lacerato il timpano, Manuel Cortez decide di non farsi fermare dai suoi problemi di udito. Scoprite la sua storia, con Styletto Connect.

Apparentemente Manuel ha una vita ottimale: lavora come stilista e fotografo nell’elegante capitale tedesca di Berlino, dando un’interpretazione unica di stile e moda. A seguito di un incidente di wakeboard Manuel ha riportato problemi a un timpano, che ha ridotto la capacita uditiva a 80% nell’orecchio destro e a 65% nell’orecchio sinistro. Fin da bambino inoltre Manuel è stato soggetto a infiammazioni nell’orecchio medio, che hanno contribuito allo sviluppo della sua perdita uditiva. Manuel ha ricevuto la diagnosi subito dopo il suo incidente nel 2012, ma ha aspettato un bel po’ di tempo prima di trattare la sua ipoacusia.

In un primo momento per Manuel gli apparecchi acustici erano dei dispositivi “per anziani” – non pensati per essere indossati da giovani uomini in carriera. Semplicemente non erano in linea con il suo stile, la sua professione e il suo gusto estetico. Manuel ricorda ancora il momento in cui i problemi di udito hanno iniziato ad avere conseguenze sulla sua vita privata. Trovandosi spesso in contesti come eventi e feste in compagnia, Manuel ha avuto problemi a seguire le varie conversazioni. “Mia moglie mi accusava di non ascoltarla”… Oggi Manuel sorride ripensando a questi aneddoti, con la consapevolezza degli effetti di un problema di udito trascurato: “Sei consapevole del fatto che qualcosa non va, ma finisci per non fare nulla al riguardo”.

La svolta

Quattro anni dopo, Manuel cambia improvvisamente idea dopo una conversazione con un suo amico attore e portatore di apparecchi acustici. Il legame aiuta Manuel a superare i suoi pregiudizi sugli apparecchi acustici: “È stato il primo portatore di apparecchi acustici “giovane” che io abbia incontrato nella mia vita”. Dopo questo incontro, Manuel ha deciso di chiedere aiuto consultando un professionista e acquistando i suoi primi apparecchi acustici: “Erano neri, un colore che li rendeva significativamente meno visibili. Ma nonostante ciò mi sembravano comunque appariscenti ed ingombranti una volta indossati”.

Ma alla fine Manuel prende una decisione: indossa i suoi apparecchi acustici in pubblico e parla apertamente dei suoi problemi di udito. In realtà, diversamente da come si mostra in pubblico, Manuel non si sente a suo agio. Nonostante gli apparecchi acustici lo aiutino a sentire meglio, Manuel è stufo della routine legata agli apparecchi acustici, soprattutto per quanto riguarda le pile da sostituire. Inoltre, dopo un lungo periodo di utilizzo, avverte fastidio alle orecchie. E non riesce a farsi piacere la forma degli apparecchi acustici e i colori tradizionali: “Questi dispositivi non avevano nulla a che vedere con lo stile”.

Manuel non si ferma mai. Continua a lavorare come fotografo e stilista. Assieme a sua moglie dà consigli sullo stile personale e sulla moda. Scrivono anche una guida sullo stile. Durante questa fase Manuel si rende conto che tutti i suoi consigli, basati sulla libera espressione di se stessi attraverso l’abbigliamento, non hanno nulla a che fare con la sua esperienza con gli apparecchi acustici. “Ho pensato, metti in pratica anche tu ciò che predichi! Perciò ho deciso di dare al mio udito l’importanza e l’attenzione che si merita”

“Styletto Connect è sottile e leggero. Mi piace”

Alla fine Manuel ha scoperto gli apparecchi acustici Styletto Connect, rimanendo fin da subito soddisfatto. “Ho pensato: questi sì che fanno per me! Prima ero sempre attento ai miei apparecchi acustici: mi sembravano grossi e fastidiosi da indossati. Mi davano fastidio. Styletto Connect invece è sottile e leggero, quasi non mi rendo conto di indossarlo”.

Ora Manuel indossa gli apparecchi acustici Styletto Connect in ogni occasione e con disinvoltura.

Grazie alla batteria agli ioni di litio, Styletto Connect vanta fino a 19 ore di durata – senza le fastidiose sostituzioni delle pile usa e getta, tipiche degli apparecchi acustici tradizionali. Manuel è entusiasta dei suoi nuovi apparecchi acustici, in particolare del caricatore portatile. Piccolo e elegante, il caricatore ha una potenza sufficiente a ricaricare le batterie per ben tre volte – ottimale per uno stile di vita attivo come quello di Manuel. Ciò gli consente di essere sempre pronto a seconda delle esigenze lavorative, a eventi serali. Inoltre il sistema di elaborazione della propria voce OVP (Own Voice Processing) aiuta Manuel nel suo lavoro.

La condivisione della propria storia con gli altri e l’esperienza positiva con Styletto Connect hanno spinto Manuel a diventare testimonial di questi apparecchi acustici high-tech. La sua missione consiste nell’aiutare altre persone che soffrono di ipoacusia. Secondo Manuel molte persone attraversano fasi simili di fronte alla perdita dell’udito e, proprio come Manuel, considerano gli apparecchi acustici dispositivi antiquati per gli anziani. Tuttavia, il design moderno degli apparecchi acustici rende questi pregiudizi un ricordo del passato, afferma Manuel, mostrandoci i suoi apparecchi acustici Styletto Connect. “Non mi importa se le persone notano i miei apparecchi Styletto Connect. Sono eleganti.”

“Lo stile e l’aspetto personale, per me, riguardano l’espressione di se stessi, l’essere coraggiosi, amare se stessi e non nascondersi dietro i vestiti: gli abiti possono aiutarci a mostrare al mondo chi siamo veramente, perché questo dovrebbe essere diverso con gli apparecchi acustici?”

Scoprite Styletto Connect!

Rimanete aggiornati ed iscrivetevi alla nostra newsletter