X
Le orecchie e l'udito contribuiscono a mantenerci in equilibrio, per questo motivo alcune problematiche legate all'equilibrio potrebbero essere causate da ipoacusia e problemi di udito.
2020-08-03

Tag

In che modo l'udito influisce sull'equilibrio?

I disturbi alle orecchie possono causare altre problematiche oltre all'ipoacusia; infatti possono influenzare anche la capacità di camminare, stare in piedi e mantenere l'equilibrio. Di seguito, alcune informazioni sui disturbi legati all'equilibrio e sul ruolo svolto dalle nostre orecchie.

Le orecchie non ci aiutano solo a sentire ma, assieme ad altri sistemi del nostro corpo, svolgono un ruolo fondamentale per il nostro equilibrio.

I problemi di equilibrio causati dalle orecchie possono farci sentire instabili, traballanti o in costante movimento. Queste sensazioni di vertigine possono influenzare seriamente la capacità di camminare, stare in piedi e persino sedersi. Prima di parlare dei disturbi dell’equilibrio e il modo in cui vengono trattati, è importante capire il ruolo svolto delle orecchie per mantenere l’equilibrio.

Come facciamo a stare in equilibrio?

Il nostro sistema di equilibrio si basa sul labirinto, un insieme di ossa e tessuti situato nell’orecchio interno, che include i canali semicircolari, gli organi otolitici e la coclea. Mentre la coclea viene utilizzata per l’udito, i canali vengono utilizzati per l’equilibrio. Dalla forma circolare, ogni anello è responsabile del rilevamento di un diverso tipo di movimento: dall’alto al basso, da un lato all’altro e le inclinazioni. Quando il fluido presente all’interno di questi tubi si muove, le cellule ciliate percepiscono il movimento e lo trasmettono al nostro cervello. Ciò ci consente di capire come ci stiamo muovendo nello spazio. Il nostro sistema di bilanciamento è così sensibile che ci dice persino quando ci muoviamo all’interno di un veicolo o di un ascensore.

Problemi con l’orecchio interno possono portare a problemi di equilibrio, vertigini e persino nausea. Ad esempio potremmo avvertire una sensazione di movimento anche da fermi, far fatica a rimanere in piedi, soffrire di cinetosi. Queste problematiche possono influire sulla nostra capacità di spostarci e sederci e, in alcuni casi, le persone con vertigini gravi potrebbero sentirsi male anche mentre si sdraiano.

Molti fattori possono causare problemi di equilibrio, anche i problemi di udito.

L’ipoacusia può causare problemi di equilibrio?

Sebbene alcune di queste condizioni siano legate tra loro, la perdita uditiva e i problemi di equilibrio non si verificano sempre insieme. Non tutte le persone che soffrono di disturbi dell’equilibrio soffrono di perdita dell’udito e non tutte le persone con ipoacusia avvertono problemi di equilibrio. Tuttavia, a volte possono verificarsi entrambe le condizioni.

Sia la labirintite che la malattia di Meniere possono causare perdita uditiva e problemi di equilibrio.

La labirintite è un’infezione dell’orecchio interno che si verifica quando il labirinto, una struttura all’interno dell’orecchio interno, diventa gonfio e infiammato. Ciò può causare ipoacusia, acufeni, sensazione di vertigini e nausea. Questa condizione è anche nota come neuronite vestibolare, ma la differenza è che la neuronite vestibolare non comporta perdita uditiva. Nella maggior parte dei casi, queste condizioni possono essere trattate e curate, ma infezioni gravi possono portare a danni permanenti.

La malattia di Meniere, precedentemente nota come idrope endolinfatica, è una forte pressione all’interno del labirinto. Ciò può causare perdita dell’udito, vertigini e acufene. Di solito, la sindrome di Meniere colpisce solo un lato, sebbene siano stati riportati casi bilaterali. Non esiste una cura per la malattia di Meniere, anche se i farmaci possono essere utilizzati per gestirla. Dopo alcuni anni, la condizione può scomparire naturalmente.

Quali sono i disturbi dell’equilibrio?

Per disturbi dell’equilibrio si intende qualsiasi condizione che porti a una perdita di equilibrio o senso di vertigine/ capogiri. Questi disturbi potrebbero essere causati da fattori semplici come infezioni alle orecchie o bassa pressione sanguigna, o da un problema più grave come tumori o circolazione sanguigna impropria. Indipendentemente dalla causa, questi disturbi possono avere anche conseguenze gravi. Una persona con problemi di equilibrio, anche da ferma, potrebbe percepire giramenti, vertigini, capogiri fino anche a cadere; alcune persone con disturbi dell’equilibrio riferiscono di avere vertigini quando girano la testa, specialmente quando si alzano dal letto o si girano di scatto. La gravità dei disturbi dell’equilibrio può variare da persona a persona.

Cause comuni dei problemi di equilibrio:

• Vertigine posizionale o vertigine parossistica posizionale benigna (BPPV). Una condizione innocua causata dall’età o da un trauma cranico. Provoca vertigini quando gli otoliti, o i biocristalli, rotolano nei canali semicircolari.

• Labirintite, vedi sopra.

• Neuronite vestibolare. Labirintite senza perdita dell’udito.

• Sindrome di Mal de Debarquement (MdDS). Un disturbo neurologico che lascia i pazienti con la sensazione di oscillare; molte persone lo sperimentano dopo lunghi periodi nell’oceano o su una barca: una volta sulla terraferma continuano a sentirsi come se fossero ancora in mare, ondeggiando e oscillando. Alcune persone lo sperimentano anche dopo lunghe corse su un tapis roulant.

• La malattia di Meniere. Spiegato sopra.

• Fistola Perilymph. Ciò si verifica quando il fluido dall’orecchio interno fuoriesce nell’orecchio medio. Ciò può verificarsi alla nascita, dopo lesioni alla testa o interventi chirurgici, a causa di infezioni o dopo immersioni subacquee.

Trattamento

Il trattamento dei disturbi dell’equilibrio dipende in gran parte dalla causa della condizione. Le infezioni possono essere trattate con antibiotici, mentre malattie come la sindrome di Meniere richiedono altri farmaci. Molte persone con problemi di equilibrio permanenti o non trattabili ricorrono alla terapia di riabilitazione vestibolare o VRT.

Questi esercizi aiutano a desensibilizzare il sistema di equilibrio con determinati movimenti, facilitando il movimento della persona senza innescare la vertigine. Anche se potrebbe non risolvere completamente il problema, può prevenire le cadute e rendere più facile la convivenza con le vertigini. Molte persone che ricevono la VRT hanno meno problemi a chinarsi, girare la testa e camminare su pavimenti a motivi geometrici.

Questi esercizi devono essere eseguiti correttamente per avere effetti positivi. È importante fare questi esercizi in presenza di un consulente, che impedirà di cadere e motiverà quando gli esercizi diventeranno troppo facili.

Rimanete aggiornati ed iscrivetevi alla nostra newsletter